Page 7 - Implantologia Dentale Massimiliano Apolloni
P. 7

PRESENTAZIONE

Il libro del dott. Apolloni pur inserendosi in un panorama di produzione scientifica implantologica
estremamente vasto e prolifico, si distingue marcatamente per il tema trattato. Ossia l’ implantologia ad aghi.
Ad oggi non esistono altri testi sull’ argomento e la ragione risiede nel fatto che si tratta di tecniche
estremamente specialistiche ed impegnative, anche per l’ implantologo esperto. Ma soprattutto perché trattasi
di materia estremamente controversa nel comune panorama dei materiali e metodi, materia che da sempre
raccoglie gli estremismi più spinti e distanti. E’ un impianto che o si ama, o si odia, senza mezzi termini.
Personalmente l’ estremismo di qualsiasi genere e natura mi trova costantemente in disaccordo, abituato come
sono a confrontarmi criticamente con qualsiasi novità ed anche per la natura del mio carattere sempre incline a
cercare il lato buono delle cose. E posso senza ombra di dubbio affermare che l’ implantologia ad aghi di lati
buoni ne ha veramente tanti. Potrei elencarli ora in questa presentazione, ma non voglio togliere al caro
Massimiliano la soddisfazione di presentarli in modo organizzato e compiuto, e nemmeno all’ attento lettore il
piacere di scoprirli e gustarli a poco a poco, al pari di una rara e ricercata prelibatezza.
Chiedo perciò venia ad entrambi se mi permetto di ricordare uno tra i tanti argomenti a sostegno
dell’ implantologia ad aghi: le tante, tantissime storie di invidiabili sopravvivenze a lungo termine con
percentuali superiori al 98% a 5 anni, paragonabili, pertanto, alle migliori performance dell’ implantologia
osteointegrata.
Questo è un testo dedicato a chi già pratica l’ implantologia e si presume che abbia già assimilate le
conoscenze di base della riabilitazione su impianti. Anche se l’ impianto ad ago può venire adoperato quale
impianto universale, esso ha bisogno di mani esperte per poter essere gestito. Ma come tutte le cose difficili
da raggiungere, anche questa promette di ricompensare il tenace professionista che voglia far sua la metodica,
con l’ ambito premio di poter essere in grado di risolvere quei casi di estrema atrofia ossea di fronte ai quali
qualsiasi tipo di impianto nulla può. Ovverosia quei casi rigenerativi di esclusiva pertinenza del chirurgo
maxillo-facciale.
Quindi complimenti al Dott. Apolloni, al quale mi legano da tantissimo tempo i migliori e profondi sentimenti
di amicizia. Ma soprattutto grazie per la tenacia con cui porta avanti la sua battaglia nella ricerca della verità.
Non enunciando dogmi incontrovertibili ma con la forza dimostrativa che solo fatti e risultati documentati
posseggono.
Stefano Fanali
   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12